Die Bitchen, ja

Il rap tedesco non è proprio il genere che citeremmo alla voce “Musica” dei nostri profili su MySpace.

Lady Bitch Ray, però, è un personaggio abbastanza curioso da suscitare interesse anche se non si amano il rap, la lingua tedesca e soprattutto l’unione delle due cose.

Nata a Brema da origini turche, di religione musulmana, all’anagrafe fa Reyhan Sahin. Difende quella che chiama “auto-determinazione vaginale”. Fa un dottorato di ricerca in semiotica dell’abbigliamento, più precisamente su quella del velo islamico. Ha una casa discografica che si chiama Vagina Style Records e sa scratchare con le tette.