Lo Stallone Italiano

WikiLeaks. Afghanistan. Il terremoto ad Haiti. I minatori imprigionati in Cile. il 2010 è stato un anno veramente importante per le notizie che fanno il giro del mondo.

Ma noi sappiamo a cosa siete veramente interessati. E la cosa ci riguarda da vicino. Il Global Post, oltre a queste importanti notizie, ci segnala anche “the 10 best sex stories of 2010”.

Ebbene anche in questo campo si distingue la cosiddetta “eccellenza” italiana, quel talento tutto italiano di eccellere, appunto, in quasi tutti i campi: dalla moda, all’arte, al design, alla ricerca (svolta all’estero) al … Sesso.

Ebbeno al primo posto delle migliori 10 storie di sesso del 2010 troviamo lui: “The Italian Stallion” e l’arte del bunga bunga.

Così  si pronuncia il Global post : “In italia, il Primo Ministro Silvio Berlusconi rimane il padrino degli scandali sessuali. Berlusconi ha trascorso gran parte del 2010 schivando o eludendo svariate accuse, la più seria quella che coinvolge la diciassettenne ballerina di danza del ventre Karima Keyek, meglio nota come Ruby Rubacuori.

La difesa di Berlusconi? Meglio essere appassionati di belle ragazze che gay.

Lo scandalo ha infastidito (un sottile eufemismo ndr) il Governo Italiano , ha portato al voto di fiducia e dato origine forse al termine più colorito per indicare una pratica sessuale “feste bunga bunga”: notti selvagge che da quanto è emerso sono presenziate dal leader settantaquattrenne e vanno a finire in dopo cena a base di sesso”.

La triste notizia è che il padrino degli scandali sessuali ci ride su. È appena uscito un libro (Marsilio edizioni) intitolato Il Re che Ride. Tutte le barzellette raccontate da Silvio Berlusconi di Simone Barillari. Rimanendo in tema, il tema più caro al nostro Premier, ve ne propongo una:

“Fareste l’amore con Silvio Berlusconi?” Il 38% delle intervistate ha detto di sì. Il restate 62% ha risposto: “Un’altra volta”?.

Ah, ah. Ahi.

Annunci

Zac!

Se fosse successo a Berlusconi, Capezzone avrebbe risolto con un abile colpo di lingua al volo tipo camaleonte.

Vodpod videos no longer available.

p.s. con questo post diamo il benvenuto alla Razor cugina Miss Piggy!

Divorzio all’italiana

hannorotto

C’è poco da aggiungere al fulminante doppio senso del Manifesto di oggi. Dei loro fatti privati ci intressa ben poco. Se non il fatto che, magra consolazione, ad un’eventuale scomposizione dell’immagine del Premier (come dicono i sondaggisti) concorra – forse – proprio una donna.

Corpo di Stato

tremate-2-thumb

da repubblica.it:

Eluana, varato il decreto. Napolitano non firma
Sfida di Berlusconi: “Legge in tre giorni”

Forse sarà un caso ma è di nuovo il corpo di una donna, stavolta quello di Eluana Englaro, su cui Chiesa e Governo vogliono allungare le mani, disporne fin nella sfera più privata.

E’ ora di dire laicamente e democraticamente basta. E’ ora di allarmarsi. E’ ora di agire.

(Non) ancora sulla parità dei sessi

Mentre su Vanity Fair di questa settimana appare una copertina su Pier Silvio Berlusconi in posa da X-men e dal titolo “Il padre che ho. Il padre che sono”, alla ragazza che durante un comizio gli chiedeva come fare ad arrivare alla fine del mese senza un lavoro sicuro, il suo paparino Berluskete III (dal numero di governi che speriamo non dover sopportare) ha consigliato di trovarsi un marito ricco… Il suo smisurato ego deve essere stato solleticato dall’amor filiale.

Mi chiedo ancora di interrogarci sulla parità fra i sessi… E vi chiedo di interrogarvi ancora e maggiormente su dignità e consapevolezza degli uomini che sono chiamati a governarci.