More is more

9780385616102

Allerta. Allerta.

Non ne abbiamo ancora la conferma ma i primi segnali sono stati intercettati. Esiste una vaga possibilità che la taglia ultrasnella non sia più l’unico canone in vigore di bellezza e successo. Alcuni dei segnali di cui sopra rispondono ai nomi di Christina Hendricks (di Mad Men) e Michelle Obama (della Casa Bianca). Ne parla anche Mimi Spencer, autrice del libro in uscita 101 Things to do Before you Diet, che invece di proporre nuove diete, insegna ad avere un rapporto più felice con la bellezza che abbiamo.

Christina, wow.

Christina, wow.

Parole in libertà

Cos’è un neologasmo? Una crasi (con o senza bolle, fate voi) di neologismo e orgasmo che sta ad indicare il piacere di aver coniato una nuova parola. Di neologasmi ribolle il sito urbandictionary, dizionario urbano creato e quotidianamente aggiornato dagli utenti. Certo, bisogna avere un po’ di dimistichezza con l’inglese ma l’effetto presa in diretta del contemporaneo è assicurato.  Ecco alcuni estratti:

  • Obamama: Michelle Obama

Here comes Mr. President and his Obamama (a rischio politically correct?)

  • Shypod: esitazione nel condividere le canzoni del proprio ipod

Because Doug downloaded Britney Spears’ “Toxic” he was totally shyPod when Dru wanted to take a peek at his Library

  • Faceboink: coinvolgersi con qualcuno attraverso una specie di relazione su un social network

So are they seeing each other now, or was it just a faceboink? (Boink è una rivista piuttosto bizzarra ma pragmatica che parla di sesso, scritta e pensata dagli studenti dei college americani)

  • Textually frustrated: la frustrazione che nasce da un’attesa troppo lunga di un sms (text message in inglese) di risposta.

She takes forever; texting with Sara leaves me textually frustrated