Un pensiero per Sitara Achikzai

Professoressa e politica, 50 anni, attivista nella lotta per i diritti delle donne in Afganistan. Ritornata a Kandahar con il marito dopo anni di esilio in Germania, dove ha lasciato due figli. Ieri è stata uccisa sotto casa da un commando di talebani. Ultima vittima di assassinii molto simili.

I Talebani colpiscono tutte le donne ree di pensiero autonomo: uccidono quelle che raggiungono posti in politica e nel governo oppure, come è successo solo lo scorso novembre, spruzzano acido sui volti delle studentesse.

Il presidente Karzai ha prontamente condannato l’atto ma il suo governo approva leggi vergognose come questa.

Oggi il mio pensiero va a tutte le donne come Sitara.