Il Rasoio d’Argento – Ricette semplici per evitare serate complicate

nemo

Terza portata: frittatina con la condizionale.

Ovvero, come utilizzare quella poltiglia schifosa di cuccioli di pesce che hai portato come souvenir dalla vacanza in Costiera.

Intanto tranquillizziamoci: capire se il consumo di bianchetti (o ciacianielli, o gianchetti, o neonata, comunque quella specie di fossa comune di pesciolini bianco-grigiastri con enormi occhi neri) sia lecito o meno e in che periodo dell’anno lo sia è un’impresa improba.
Stabiliamo come pietra di paragone che sono legali le infradito col tacco e dichiariamo risolti i (vostri) problemi di coscienza.

Dunque.
Prendi l’orrido ammasso di pesciolini e sciacqualo, evitando accuratamente di toccarlo.
Sbatti le uova per una normale frittata, aggiungendo pepe, poco sale e tantissimo prezzemolo.
Se hai della maggiorana in casa compi 3 operazioni:
1. chiediti perché ce l’hai;
2. controlla la data di scadenza;
3. aggiungila alle uova sbattute.

Adesso rovina quella simpatica macchia di colore giallo punteggiata di verde con i mollicci cadaverini grigiastri e combatti la loro tendenza a fare gruppo, sparpagliandoli con la forchetta.

Da qui in poi è facile e visto che scrivo di lunedì mi pare abbastanza.