Grandi amori, fugaci avventure, riviste e videoclip.

Le notti di pioggia invitano al ricordo e alla nostalgia.
Come una star sul viale del tramonto, ho voglia di contare i miei ex mariti. Immaginari, of course.
Giurai amore eterno per la prima volta a 8/9 anni, e lui era Atreyu della Storia Infinita: una specie di Keanu Reeves in miniatura vestito da sioux. Certo che a vederlo oggi somiglia a Eva Longoria.

Atreyu
La storia era infinita ma quell’amore non era eterno.
Lo dimenticai nel momento stesso in cui un tastierista dalla chioma azzurra bucò il mio teleschermo sulle note di Cristina d’Avena.
Satomi fu una passione fugace ma intensa, che durò fino a quando non mi unii alle mie coetanee dodicenni e cominciai a comprare Cioè.
In quel periodo ero una vera zoccola immaginaria.
Amavo contemporaneamente Morten, Joey Tempest, un po’ Nick Kamen e tantissimo John Taylor. Per non parlare di River Phoenix, che fortunatamente dimenticai prima di restare vedova.
Poi, a un tratto, la rottura.
Il tempo dei fidanzatini ingenui era finito. Avevo conosciuto Axl Rose.

Axl
Una storia seria, importante, che sopravvisse anche agli amori in carne e ossa che finalmente iniziavano a popolare la mia vita adolescente.
Amai Axl senza riserve, nonostante gli occasionali tradimenti con Mike Patton dei Faith No More e Sebastian Bach degli Skid Row. Lo amai fino a che lui non cominciò a ingrassare, il grunge prese piede e le hair bands iniziarono a sembrarci a tutti un po’ ridicole.
Così, durante un pomeriggio davanti alla tv, conobbi sia Joey Ramone che Anthony Kiedis.
Di Joey amai la musica, ma Anthony mi fece arrapare come non era mai successo in 16 anni. Coerentemente, nella vita vera mi innamorai follemente di uno skater con i capelli fino alla cintola. Bono come il pane, nonstante il metro e mezzo di altezza, il mio nuovo red hot lover fu un punto fermo nella mia vita più o meno fino al 1996.
Fu quando smisi di sognare la California e iniziai a fantasticare su Manchester. I was feeling Supersonic. Liam è stato il uomo parallelo durante tutti i cinque anni con il mio ex, che invece odiava gli Oasis.
Da allora mi sono dedicata più al cinema. Ho eletto Ewan McGregor padre dei miei figli, ma ho finito per tradirlo con Benicio del Toro.

Benicio

Ho flirtato con Jake Gyllenhaal ma ho perso la testa per Cillian Murphy. Per non parlare di quella scappatella con Sayid… chi può resistere a un torturatore iracheno? Io no.