Una petizione per Ipazia

A vederlo così Agora sembra un film “tranquillo”, una pellicola hollywoodiana da 5 milioni di euro e 27 di incassi solo in Spagna. Ma il nuovo lavoro di Alejandro Amenabar (Il Mare Dentro, The Others) racconta la storia della filosofa, matematica e astronoma Ipazia D’alessandria, mente brillante e donna libera che fu uccisa ferocemente (smembrata e poi bruciata) da un gruppo di monaci cristiani quasi sicuramente guidati dal vescovo Cirillo nel 415.

A qualcuno deve ancora dare fastidio Ipazia, il simbolo laico che è diventato e il messaggio contro ogni fondamentalismo di Amenabar perché il film, bizzarramente, non trova distribuzione in Italia. Ne parla un articolo su La Stampa e si muove Facebook. Ipazia è ispirazione per ogni donna non a disposizione ed è cara alle Razor che questo film vorrebbero vederlo. Anche se è brutto o Rachel Weisz non è capace. La petizione online per richiedere la distribuzione in Italia, è qui.