Wishlist per il nuovo anno

Le Razor Sisters augurano buon anno a tutti. In special modo a quelli che fanno propositi per l’anno nuovo e che l’ultimo dell’anno fa pensare alla Rettore. Del resto siamo sempre in tema di rasoi e lamette. Non tagliamoci le vene, tanto tra due anni sarà tutto finito!. Le Razor Sisters vi augurano di dare una rasoiata ai buoni propositi, quelli che vengono puntualmente disattesi, e vi augurano di aspettarvi l’inaspettato. Del resto, anche il colmo vivente per un ballerino, chiamarsi Benjamin Millepied, esiste davvero e ha pure messo incinta Natalie Portman (qui). 

Vi augurano di dare fruttuose rasoiate ai pensieri superflui e perché no, per stasera, anche ai peli superflui, indossare un bel vestito e darvi alle danze. L’unico consiglio che mi sento davvero di darvi è quello di non indossare skinny jeans, nel caso fortunato in cui l’anno dovesse chiudersi in bellezza e amore, vi ci vorrà davvero un taglierino per rimuoverli!

Happy New Year! Da Chiara, Simona e Susana.

Un amico è fan, diventa fan!

Abbiamo una pagina su Facebook (che non è un gruppo, è una pagina).

Se diventi nostra/o fan ci fa piacerissimo e poi puoi ricevere aggiornamenti, per sapere quando questi pigri animaletti si sono decisi ad aggiornare il blog. In più, l’80% delle donne che diventano fan riscontra una pelle più liscia dopo tre settimane e il 19% nota una diminuzione dell’aspetto a buccia d’arancia dopo 3 mesi.

Diventa fan cliccando QUI.

Mi sento fortunata

spia

Ebbene sì, abbiamo modificato il nome della rubrica sulle chiavi di ricerca di Google. I contenuti restano gli stessi ma forse il nuovo nome attirerà una tipologia diversa di depravati – categoria che, com’è noto, accorre numerosa sul nostro blog. Attendiamo fiduciose e nel frattempo aggiorniamo con la chicca di oggi (visto il tema del post la riportiamo anche qui). Oggi qualcuno è arrivato su Razor Sisters cercando:

  • il p*mpino nel medioevo (Avevamo già sospettato che i lettori ci trovassero fondamentalmente per due motivi: perversioni e ricerche scolastiche. Consigliamo a questa persona il film “Alle dame del castello piace fare solo quello” e molti altri che affrontano l’argomento desiderato.)

cenni sull’epifania moderna e sui pompini


Il termine epifania nella lingua italiana oltre alla famosa festa del 6 gennaio corrisponde all’apparizione della divinità. Nel senso della concretizzazione di qualcosa di precedentemente evanescente e prendendo in considerazione anche lo spiazzamento che ciò crea, possiamo ben denominare epifania moderna quel momento particolarissimo in cui incontri nel mondo reale una persona che per te era fino ad un attimo prima un avatar, una manciata di foto, qualche post o un’infinità di chattate. Quanto è elettrizzante e/o devastante ricomporre tutte le nostre proiezioni dentro un corpo tangibile che si muove nello spazio e che manda tutta una serie di messaggi inaspettati? Non meno di vedere apparire Padre Pio sulla nostra strada, diciamocelo.

Se poi consideriamo che il termine epifania venne usato anche dai poeti Stilnovisti per indicare l’apparizione femminile possiamo ben affermare che noi Razor ieri sera abbiamo avuto un’epifania moderna all’ora dell’aperitivo. Intorno ad un tavolino apparecchiato di birre e pizzette è apparsa la gentilissima Carolina Cutolo, alias Pornoromantica. Noi la blogger Carolina la seguivamo da tempo. I suoi post sono tra i più divertenti, ironici e innegabilmente sinceri che abbiamo letto sul sesso e sui desideri di uomini e donne. Il suo blog Pornoromantica che trovate su Splinder ha avuto un tale successo che si è trasformato in un libro omonimo edito dai tipi della Fazi. A lei abbiamo pensato per chiedere qualche dritta sul mondo dei blog. Almeno questa era l’idea iniziale che ben presto si è trasformata in una chiacchierata serrata per conoscerci meglio, intercalata dagli interventi della barista più vulcanica del mondo (cose che succedono al Pigneto, un giorno Simona vi spiegherà il perchè e il per come di questo quartiere romano).

Insomma con Carolina, ormai trasformata o trasfigurata in nostro nume tutelare, ci siamo raccontate un sacco di cose, tra cui la fortuna di azzeccare il nome giusto passando per il nostro status sentimentale e concludendo simbolicamente con il desiderio di fare delle cose insieme (stay tuned). Alla fine la nostra ci ha dato qualche drittuzza ironica sulle parole che attirano nei blog. Una, non so se ve ne siete resi conto arrivati a questo punto della lettura, è nel titolo. Pare che funzioni sempre e comunque. A proposito, qualcuno di voi ha una teoria precisa al riguardo?

Sesso sotto la doccia – edizione speciale

Hey, hey, hey.

Cosa troviamo stamattina tra i termini usati nei motori di ricerca?

Qualcosa che merita di far spostare – in via del tutto eccezionale – la rubrica Sesso Sotto la Doccia sulla homepage. Guardate un po’:

  • come uscire a cena con tutte le razorsisters
  • conoscere razorsisters scopo matrimonio

Ok, spiritosone/simpaticone, volevi fare la prova per vedere se le ricerche sono vere? Lo sono.

Ora fai outing e urlaci tutto il tuo amore.

Momenti Razor: “francamente”

la it-torta

Beh si, abbiamo fatto una cena tutta al femminile che abbiamo battezzato “Razor Night” e che si è conclusa con questo trionfo di panna. Pensavamo di mettere le foto on line ma sono francamente impubblicabili. Mettiamola così: se volete anche voi essere protagonisti di foto che si classificano come “francamente impubblicabili” e se anzi trovate tutto ciò morbosamente sfrugugliante invitateci pure a cena. Noi porteremo la torta e il tanto censurabile che è in noi. A presto!