Il botox ti fa vecchia


Nata nel 1958, la signora Madonna Veronica Ciccone, se la matematica non m’inganna, dovrebbe avere 52 anni. Quanti ne dimostra in questa foto recente (scattata all’apertura “Hollywood style” della prima palestra della sua catena Hard Candy Fitness)? Tutti direi. Ma, soprattutto, in cosa si sta trasformando la popstar? A prima vista, sembrerebbe un incrocio tra la donna gatto e una pagnotta appena sfornata. Di sicuro si è trasformata nell’ennesima vittima dell’illusione che plastiche e botulino possano davvero nascondere i segni della vecchiaia. La verità è che semplicemente si invecchia come tutti gli altri esseri umani, sebbene in modo diverso e non per questo migliore. Anzi possiamo ipotizzare che per assurdo l’accumulo di protesi sia diventato un nuovo metro per misurare l’età, proprio come i cerchi nel tronco dell’albero. C’è una prima fase in cui ogni rifacimento, labbra, zigomi, palpebre, ecc,  è direttamente proporzionale all’età che avanza. Le operazioni di chirurgia estetica si sommano col tempo, il volto si trasforma e si rende leggibile proprio come se avessimo segato un tronco. La seconda fase della moderna vecchiaia, chiamiamola così, arriva quando lo sguardo si fa vitreo e sopraggiunge quella somiglianza impressionante tra donne che hanno subito le stesse operazioni e infiltrazioni. Da li in poi l’età è incalcolabile, in tutti i sensi. Non voglio qui disconoscere le difficoltà e le incertezze delle donne a cui il mondo dello spettacolo detta l’eterna giovinezza e non voglio neanche citare la sfruttatissima frase che, pare, Anna Magnani disse al truccatore che le voleva coprire le rughe (tanto la conoscete, no?). Mi chiedo semplicemente, visti i risultati, se tutta questa dolorosa, costosa e affannata corsa all’indietro non sia alla fine una grande fregatura. E se non sia arrivato il momento di un approccio diverso – addirittura trasgressivo – all’invecchiamento delle donne, ma anche degli uomini, che non sia né rassegnato come era una volta, né negato come vediamo e subiamo da un po’.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...