I’m so bored with…


I medici obiettori di coscienza.

Alla vigilia della commercializzazione anche nel nostro paese della pillola abortiva (RU 486) per l’interruzione farmacologica di gravidanza, se ancora nei salotti televisivi si dà l’impressione che vi sia un margine per noi donne di poter scegliere liberamente, ed in coscienza, della nostra Vita le cose stanno ben diversamente.

Di fatto, in Italia l’80% dei ginecologi, il 46% degli anestesisti e il 39% del personale non medico non praticano aborti e in una città come Roma l’Ivg si fa solo in pochi centri come il San Filippo Neri e il San Camillo (La Repubblica,15/02/2008).

Non solo, si sta francamente sfiorando il delirio di onnipotenza tipico dei cattolici praticanti laddove una “interpretazione più estesa” della legge 194/78, permette agli stessi medici obiettori di rifiutarsi di prescrivere persino la pillola del giorno dopo, un metodo contraccettivo di emergenza che impedisce l’ovulazione (quindi è un metodo contraccettivo non abortivo) se assunta entro le 72 ore successive al rapporto sessuale. Questa situazione è pienamente sostenuta dal Comitato Nazionale di Bioetica nella nota sulla contraccezione di emergenza approvata il 28/05/2004.

Tutto ciò è ridicolo.

Ridicola l’inesistente laicità dello Stato, ridicola la mancanza di vigilanza su una situazione che non solo lede i diritti umanitari della donna in quanto tale, ne lede anche i diritti civili in quanto paziente e cittadino. La pratica incontrollata dell’obiezione di coscienza da parte dei medici non può in alcun modo ledere il diritto del paziente ad una prestazione che l’ordinamento giuridico riconosce come dovuta (art. 1, Legge 405/75) e la Costituzione come un diritto fondamentale (art. 32).

Annunci

4 pensieri su “I’m so bored with…

  1. Quindi fammi capire: se la legge c’è e l’obiettore non la osserva una cosa deve fare denunciarlo? O la tutela giuridica dell’obiettore crea una forza uguale e contraria a quella della legge sulla somministrazione?
    ……………..
    Chiamiamo un avvocato?

  2. Le lotte non finiscono mai. Uno dei problemi di questo paese è proprio lo scaricabarile tra governo e chiesa.

    A Roma voi abortì, vajelo a dì ar Pappa. Stallì in cuello statterello coi ggiardini (non di Mirò)e coi muzei. A bello fatte più in la! Vatte a bucà da nartra parte che a Roma c’avemo problemi zeri, tu continua a giuocà a “gioca Giovanni Paolè” colla salute de noantri!!!

  3. Per quanto mi riguarda uno che fa il medico non dovrebbe essere obiettore. Però, diciamo che va bene. Quantomeno si dovrebbe fare in modo che a un tot di obiettori corrispondano un tot di medici veri* all’interno del medesimo ospedale. Invece, siccome la maggior parte degli ospedali romani appartengono alla chiesa, non sono i medici a obiettare ma è l’intera struttura: PAZZESCO!

    *(NdA)

  4. With every thing which seems to be building within this particular subject matter, your perspectives are generally fairly exciting. On the other hand, I appologize, but I can not subscribe to your entire theory, all be it refreshing none the less. It would seem to us that your commentary are generally not entirely justified and in simple fact you are yourself not totally certain of your point. In any event I did appreciate examining it.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...